Norme editoriali

English version

Le presenti norme editoriali sono da considerarsi valide tanto per la formattazione, da parte dell’autore o della redazione, di articoli scientifici su richiesta della redazione, quanto per la sottomissione di proposte scientifiche a partire dai Call for papers pubblicati sull’apposita pagina del sito “Lo Sguardo”.

In entrambi i casi il materiale deve rispettare le seguenti norme:

Norme generali di invio:

  • il file contenente l’elaborato deve essere inviato esclusivamente in formato .doc (evitare .docx o .odt)
  • i saggi scritti su invito diretto della redazione saranno indirizzati a redazione@losguardo.net
  • i saggi scritti in risposta a cfp / cfa saranno indirizzati a callforpapers@losguardo.net
  • la lunghezza minima degli articoli è stabilita in 25mila battute, spazi e note inclusi
  • la lunghezza massima è flessibile, data la natura digitale della rivista, ma si prega gli autori di non superare le 60mila battute, spazi e note inclusi
  • l’elaborato deve essere completo e interamente ricorretto in tutte le sue parti
  • l’elaborato deve essere intitolato in maniera univoca
  • l’articolo deve essere sempre accompagnato da un abstract in lingua inglese di circa 150 parole.

Norme per la pubblicazione:

  • il materiale inviato deve essere inedito o, se già pubblicato, deve ottenere e/o dimostrare di aver ottenuto il permesso dell’autore/curatore e dell’editore/della testata
  • nel caso di traduzioni è necessario ottenere il previo consenso dell’autore e/o dell’editore
  • nel caso di saggi-intervista è buona norma inviare il materiale trascritto all’intervistato, per presa visione ed eventuali correzioni e integrazioni. L’intervista sarà inoltre accompagnata da una breve introduzione che presenti l’intervistato e funga da recensione al testo nel caso in cui l’oggetto dell’intervista sia uno studio di recente pubblicazione
  • nel caso di recensioni è consigliato prendere previo contatto con l’autore del volume e informarlo dell’iniziativa. È possibile recensire opere pubblicate al massimo due anni prima della data di pubblicazione della recensione

Norme di editing:

Queste norme sono da considerarsi valide per tutti i contributi inviati o sottoposti alla rivista:

Formato pagina:

  • il formato pagina è lo standard A4: 21,00 cm x 29,70 cm
  • il margine laterale, sia destro che sinistro, è ottenuto riadattando i margini di pagina (e non i rientri di paragrafo). Il margine da assegnare al documento è +1,5 da sinistra e +1,5 da destra a partire dai margini standard, ovvero 3,5 cm a sinistra e 3,5 cm a destra (corrispondente ad un margine destro di 14 cm calcolato sulla barra-righello presente nei più comuni word-editor)
  • il margine verticale è 2 cm in alto e 2 cm dal basso
  • il corpo del testo è giustificato e mai, tranne i titoli dei paragrafi, allineato a destra, sinistra o al centro.
    tutti i paragrafi avranno un rientro della prima riga di 0,5 cm

Font

L’articolo sarà preparato nella sua interezza utilizzando il font “Adobe Garamond Pro”, che è possibile scaricare come allegato a questo link.

Titoli, sottotitoli e titoli dei paragrafi:

  • il titolo generale del saggio o dell’intervista adotterà font “Adobe Garamond Pro”, grassetto, corsivo e dimensione 18 e sarà posto prima del corpo del testo, con giustificazione a sinistra
  • nel caso di interviste la formattazione del titolo è la medesima. Tuttavia, in luogo del nome dell’autore si riporterà la dicitura “intervista a [Nome dell’intervistato]” o “conversazione con [Nome dell’intervistato]” e il nome del curatore sarà riportato in una riga successiva in tondo, font “Adobe Garamond Pro”, corsivo dimensione 11
  • nel caso di recensioni il titolo consiste in: autore del libro, titolo del libro, editore e anno di pubblicazione

Esempio:

Antonio Lucci, Il limite delle sfere. Saggio su Peter Sloterdijk, Bulzoni Editore 2011
E non: Antonio Lucci, Il limite delle sfere. Saggio su Peter Sloterdjik, Roma, Bulzoni Editore, 2011, Euro 20.

  • eventuali sottotitoli saranno posti sotto il titolo generale con dimensione 16
    il nome dell’autore dell’articolo o dell’articolo tradotto sarà riportato sotto il titolo con la dicitura “di [Nome e Cognome Autore]” con font “Adobe Garamond Pro” in corsivo non grassetto e dimensione 11.
    il nome di un eventuale curatore della traduzione sarà riportato in nota con la dicitura “Traduzione a cura di [Nome e Cognome]. Attenersi in questo caso alle norme relative alle note
  • il testo può essere suddiviso in capitoli. Questi ultimi, con eccezione di una Premessa o di un’Introduzione, devono essere sempre numerati con numeri arabi e segnalati mediante un titolo. Ad es.: 1. Descartes e la fenomenologia
  • il sottotitolo sarà posto sopra la prima riga del capitolo, giustificato a destra, in tondo grassetto, dimensione 11. Tra il titolo del capitolo e la prima riga del testo inserire una riga vuota con interlinea 1,5.
  • si prega di non utilizzare mai elenchi numerati automatici per numerare i paragrafi

Dimensione testo e editing del corpo del testo:

  • il corpo testo adotta come font “Adobe Garamond Pro”, dimensione 13. In tondo il testo normale. Tutti i termini desunti da lingue straniere devono essere in corsivo, ad eccezione delle citazioni in lingua straniera, poste tra virgolette
  • le citazioni nel testo devono essere segnalate mediante l’uso delle virgolette caporali [«»].
  • per citazioni maggiori di tre righe adottare un corpo del testo minore, “Adobe Garamond Pro”, dimensione 12, staccandolo di un paragrafo prima e dopo il corpo del testo normale. Non utilizzare in questo caso le virgolette per la citazione
  • è consigliato l’uso di apici ‘ ‘ per segnalare un impiego inconsueto di alcune espressioni
  • si prega di non utilizzare le “virgolette doppie” per sottolineare espressioni particolari
  • è obbligatorio l’uso del carattere maiuscolo «È» piuttosto che del medesimo ottenuto mediante l’apice: «E’»
  • l’interlinea del corpo del testo è esclusivamente singola
  • nel caso di interviste è necessario distinguere graficamente le domande e le risposte mediante i seguenti accorgimenti:

a) le domande devono essere segnalate mediante l’uso del corsivo. In tal caso il rapporto tra tondo e corsivo è invertito e per tutti i termini che si intende porre in corsivo (termini e titoli in lingua straniera, termini dei quali si vuole sottolineare l’importanza) si adotterà viceversa il tondo.

b) le risposte seguiranno la formattazione del corpo del testo.

c) evitare l’uso del grassetto per evidenziare la domanda. Evitare l’uso di numeri o lettere per numerare le domande. Evitare l’uso di caratteri colorati al di fuori di quanto indicato per i nomi dei paragrafi

  • nel caso di recensioni, gli eventuali riferimenti bibliografici, così come le citazioni della paginazione del testo recensito devono essere riportati tra parentesi nel testo e non in nota
  • non sono ammesse bibliografie a fine testo

Note:

  • si prega di utilizzare esclusivamente note a piè di pagina segnalate mediante numeri arabi in apice; non sono ammesse note a fine testo
  • il font impiegato sarà “Adobe Garamond Pro”, dimensione 11
  • alle note saranno attribuiti i margini del corpo del testo
  • per le note è obbligatoria l’adozione del modello continentale. Non utilizzare il modello anglosassone, o sarà richiesto all’autore di effettuare la conversione a quello continentale
  • lo schema da seguire è:

Volumi: Autore, Titolo saggio, luogo di pubblicazione e anno di pubblicazione

Es: I. Kant, Critica della Ragion Pura, a cura di G. Colli, Milano 1976.

Articoli: Autore, Titolo saggio, «Titolo Rivista», Annata/Numero rivista in numeri romani, anno in numeri arabi, eventuale fascicolo rivista, pp.

Es: A. Koyré, Le vide et l’espace infini au XVIe siècle, «Archives d’histoire doctrinale et littéraire du Moyen-Age», XVII, 1949, pp. 45-91.

Saggi in miscellanee: Autore, Titolo saggio, in Titolo miscellanea, a cura di Nome Curatore, Luogo pubblicazione e anno di pubblicazione, pp.

Es: W. J. Courtenay, The Dialectic of Omnipotence in the High and Late Middle Ages, in T. Rudavsky (a cura di), Dordrecht 1985, pp. 243-269.

  • il nome dell’autore deve essere riportato in tondo, evitando l’uso del maiuscoletto e del maiuscolo. Il nome proprio verrà puntato, il cognome sarà scritto per esteso.
  • evitare l’uso dell’abbreviazione “pag.” o “pagg.” e indicare la pagina con “p.” o “pp.”
  • per i testi già citati impiegare la formula “cit.”; per le citazioni consecutive dal medesimo testo impiegare “Ivi” (se medesimo testo ma differente pagina, seguito da una virgola e dal numero di pagina [es: Ivi, p. 36]) o “Ibid.” (se medesimo testo e medesima pagina). Per i rimandi interni nel testo impiegare Infra e Supra. Per citazioni consecutive da testi del medesimo autore impiegare le formule “Id.” per autori maschili e “Ead.” per autori femminili, seguiti dal titolo del saggio e dai riferimenti di pagina.
Lo Sguardo è un progetto full open access. Puoi scaricare gratuitamente tutto il nostro archivio, ma saremmo lieti di ricevere un piccolo contributo tramite PayPal.
Sostieni Lo Sguardo
Support Lo Sguardo
Lo Sguardo is a full open access project. You can download all the articles for free, but we will be glad to receive a little support through PayPal.
Lo Sguardo è un progetto full open access. Puoi scaricare gratuitamente tutto il nostro archivio, ma saremmo lieti di ricevere un piccolo contributo tramite PayPal.
Sostieni Lo Sguardo
Support Lo Sguardo
Lo Sguardo is a full open access project. You can download all the articles for free, but we will be glad to receive a little support through PayPal.
Iscriviti alla nostra newsletter
Lasciaci il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato sulle nostre novità.